Quando parliamo di "Cenerentola" immediatamente pensiamo ad una bella ragazza bionda dai grandi occhi azzurri, maltrattata dalla matrigna crudele. Pensiamo all'intervento della fata buona, alla zucca che diventa carrozza, al gran ballo del principe, alla scarpina di cristallo e a tutto il resto.

Ma quando invece parliamo de "L'altra Cenerentola" ci addentriamo in un capovolgimento della fiaba che ha accompagnato la nostra infanzia. Un intreccio di situazioni amorose e d’inganni... Chi riuscirà a sposare il principe azzurro, tanto ambito dalle fanciulle del Rispettabile Regno? Il tutto contornato da una musica fresca, modernissima, che sicuramente vi conquisterà!

TRAMA DELLO SPETTACOLO

Altra Cenerentola immagineCome immediatamente noto nel titolo, il musical si basa sulla classica fiaba di Cenerentola da tutti conosciuta.
 
A differenza della storia vera, lo spettacolo inizia con il ballo in maschera a Palazzo Reale, precisamente quando una misteriosa fanciulla con maschera blu, dopo aver ballato tutta la sera con il Principe Arturo (detto Azzurro), al rintocco della mezzanotte fugge perdendo una scarpetta di cristallo.
 
Il Principe, innamorato pazzo della ragazza, vuole usare la scarpetta per ritrovarla e dunque sposarla. Tutte le donzelle del reame hanno perciò la fortunata possibilità di provare la famosa scarpetta che apre le porte del Palazzo Reale.
 
Come ben sapete, nessun piede, inizialmente, sembra calzare nella preziosa scarpetta. Il Messo, incaricato dal Principe di eseguire le prove, fa un ultimo tentativo con le sorelle racchie Anastasia e Genoveffa, ma anche con loro la prova non ha successo.
 
Quando tutto sembra perduto, come per incanto, durante la prova delle sorellastre si ode la voce di Cenerentola provenire da una stanza vicina ed il Messo, nonostante la disapprovazione della Matrigna, prova anche a lei la scarpetta e finalmente trova la fanciulla misterios
 
Altra cenerentola immagine 02Fin qui viene rispettata la storia classica, ma è a questo punto che si sviluppa il vero spettacolo, in un crescendo musicale e comico d’effetto che si discosta dalla usuale fiaba. La Matrigna, infatti, non rassegnata al fatto che nessuna delle sue figlie andrà in sposa al Principe, costringe Genoveffa a fingersi Cenerentola, imprigionando quest’ultima in cantina.
 
Da qui ne deriva il titolo L’altra Cenerentola (che è dunque Genoveffa). Genoveffa è però follemente innamorata di Norberto, figlio di un carbonaio, e quindi rifiuta l’amore del sovrano che cade in disperazione. A palazzo accedono anche Anastasia e la Matrigna, il cui piano sembra funzionare alla perfezione.
 
In soccorso di Cenerentola arriva la Fatina, che la libera dalla cantina e organizza un piano per far riconquistare il Principe a Cenerentola e Genoveffa a Norberto: farà bere una pozione magica al Principe che lo farà innamorare di Cenerentola e lascerà così Genoveffa libera di sposare Norberto.
 
La Fatina, infatti, convince il Principe a portare Genoveffa, Anastasia e la Matrigna in una lurida locanda, travestiti da semplici paesani per non farsi riconoscere (non si tratta, infatti, di un posto per principi!). A servire ai tavoli si presentano Norberto e Cenerentola travestiti da camerieri.
 
Immagine copeione altra cenerentolaLa fata invita il Principe a farsi leggere la mano da Cenerentola che, solamente con dolci parole fa subito innamorare il Principe senza bisogno di pozioni. A causa di una parola di troppo nasce un duello tra il Principe ed un cliente ubriaco, alla fine del quale Arturo si fa riconoscere. Il Principe viene quindi a conoscenza dello scambio di persona tra Cenerentola e Genoveffa e, infuriato con il Messo che non si è accorto dello scambio, lo obbliga, come punizione, a sposare la Matrigna.

Cenerentola riconquista così il Principe e Genoveffa riabbraccia il suo amato Norberto!