Queste che vedete sono alcune foto scattate durante la tournee

Belgio05 055
DSCN0076
DSCN0165
IMG_3832
DSCN0094
IMG_3840
IMG_3838
IMG_3836
DSCN0085
IMG_3839

Rinvigorito dai tanti giovani cresciuti artisticamente nel corso degli anni, il gruppo inizia l’allestimento di un nuovo spettacolo. Dopo aver preso in considerazione alcuni testi, la scelta cade su un copione autoprodotto, frutto della penna di Ruggero Mucchi. Le canzoni, cantate su basi musicali tratte dal panorama della musica leggera italiana, sono accompagnate da coreografie. Con questo musical il gruppo va in scena 17 volte, vantando una trasferta d’eccezione in Belgio, ospite del circolo “Trentini nel mondo” di Charleroi.

“Cerchi nel tempo” cerchi come metafore della vita, si delineano, si allargano, si restringono, come la vita che nasce, cresce, muore e nell’andarsene lascia dietro di sé tracce di ricordi. Vita già vissuta che aspetta di essere riesumata e nuovamente interpretata, come quella di Adelmo, anziano ex ferroviere, racchiusa nelle pagine di un diario, in attesa di essere riletta per poter risvegliare ancora antiche emozioni, sapore di incontri, sensazioni, sogni, profumo di amori…Storia che si intreccia con la vita delle sue giovani nipoti: alle preoccupazioni di Serena, innamorata di Luca, ragazzo proveniente da una condizione familiare difficile, che teme le reazioni e i possibili giudizi negativi dei genitori, degli amici e del mondo che la circonda, e a cui il nonno saprà dare la giusta dose di fiducia e di ottimismo con il quale affrontare le situazioni; ai sogni di Valentina, più intraprendente e disincantata, la cui ambizione è quella di diventare scrittrice di successo, alla ricerca insaziabile di spunti e pezzi di vita da fissare sulle pagine di un libro. Sarà proprio nonno Adelmo, accompagnato dallo spirito onnipresente della mogliettina bisbetica, a rassicurarle e consigliarle, compensando l’assenza dei genitori sempre impegnati delle due sorelle. E non mancherà tuttavia di destare le loro preoccupazioni, quando con l’entusiasmo e la curiosità di un ragazzino, si tufferà nella passione per la tecnologia e l’informatica. Un ultimo desiderio resta ad Adelmo: quello di riesumare il suo passato e rivivere il tanto sospirato ultimo viaggio in treno, questa volta da passeggero. Saranno l’affetto e l’appoggio delle nipoti e di Luca ad aiutarlo a coronare il suo sogno. Parte sereno il nonno, lasciando indietro un ricordo di sé tutto da rileggere, celato nelle pagine del suo vecchio diario. Una storia divertente ma al tempo stesso riflessiva, che lascia lo spettatore con il fiato sospeso per un finale del tutto inaspettato.